Categoria: Anything

18 Set 2015

SUMMER SCHOOL E TANTO ALTRO…

SUMMER SCHOOL E TANTO ALTRO…

 

SUMMER SCHOOL e TANTO ALTRO…

GSID non si ferma mai, si comincia già dai primi giorni dell’anno nuovo a pianificare quelli che sono gli eventi formativi per l’anno in corso!

Uno di questi è la Summer School in Marina di Carrara. La sfida per la Summer School dell’Accademia del Dolore Orofacciale/Gruppo di Studio Italiano sul Dolore Orofacciale e i Disordini Temporomandibolari (GSID)  ormai alla sua 7a edizione è quella di formare una master class di ex studenti sia sotto gli aspetti clinici che di ricerca. In questa edizione dell’international Residency Program, docenti di eccellenza e partecipanti provenienti da tutto il mondo si confronteranno per una diffusione capillare delle conoscenze cliniche e per progettare future ricerche nel campo dei disordini temporo-mandibolari e del bruxismo.

La cosa non finisce qui, sono in programma tanti webinair di approfondimento destinati ai soci e inoltre il Congresso Nazionale GSID in programma per il 9-10 Giugno 2023 si rivelerà una “cannonata” con relatori sia clinici che universitari, che tratteranno la gestione dei pazienti che si presentano ogni giorno nello studio odontoiatrico dando quelle che sono indicazioni cliniche supportate da letteratura scientifica.

Via aspettiamo numerosi!

09 Set 2015

ALLINEATORI INVISIBILI E DISORDINI TEMPORO-MANDIBOLARI

ALLINEATORI INVISIBILI E DISORDINI TEMPORO-MANDIBOLARI

 

ALLINEATORI INVISIBILI E DISORDINI TEMPORO-MANDIBOLARI

Trattamento ortodontico ormai in auge e che molti pazienti prediligono in quanto “invisibile” rispetto ai classici brakets e fili ortodontici. Però, queste mascherine possono essere la causa dell’insorgenza di disordini temporomandibolari? E’ nata una bella discussione “online” tra esperti internazionali su questo argomento. Un collega ha riportato la sua sensazione che alcuni pazienti possano sviluppare sintomi all’articolazione temporomandibolare durante il periodo di trattamento ortodontico e ha chiesto prove scientifiche al riguardo.

I “nostri” Steven Bender, Chuck Greene e Barry Glassman (pilastri indiscussi per il management dei disordini temporomandibolari) sono stati tra i partecipanti di spicco alla discussione, al termine della quale il take home message è stato :

“Dobbiamo identificare i predittori/fattori di rischio di base per questo possibile evento. L’ipervigilanza e le scarse capacità di far fronte allo stress possono essere fattori interessanti da studiare e per cui identificare prontamente il paziente prima di iniziare tale trattamento”